coppa d africa i 5 epic fail piu clamorosi di sempre

Coppa d’Africa: i 5 Epic Fail più clamorosi di sempre

La Coppa d’Africa 2017 è partita – oltre che con l’inconfondibile allegria sugli spalti con i coloratissimi tifosi che si esibiscono in cori e danze – con i padroni di casa del Gabon che non sono andati oltre l’1-1 contro la Guinea-Bissau nella sfida di apertura.

 

Certo poteva andare meglio per la nazionale gabonese, i cui giocatori sono soprannominati Le Pantere. Vincere davanti ai propri tifosi sarebbe stato splendido, e l’avversario non era sicuramente tra i più imbattibili, visto che era all’esordio assoluto nella fase finale, ma sicuramente poteva andare peggio: non che potesse piovere, ma sicuramente ci sono state, in passato, figuracce ben peggiori di un risicato pareggio.

 

I 5 PIU’ GUSTOSI

EPIC FAIL DELLA COPPA D’AFRICA

 

L’INCREDIBILE SIMULAZIONE
Nel 2012, in Guinea Equatoriale-Senegal terminata 2-1, il numero 17 guineano, Narcisse Ekanga, si rese conto di una incredibile simulazione: neanche sfiorato vola a terra, rialza la testa senza mostrare alcun dolore, si accorge che l’arbitro non aveva fischiato e iniziò a rotolare e a disperarsi come un moribondo. Le immagini hanno fatto ghignare tutto il mondo.

 

LA RAFFICA DI FINTE TESTATE
In Costa d’Avorio-Ghana, finale dell’edizione 2015 della Coppa d’Africa, vinta dagli Elefanti 9-8 dopo i calci di rigore, l’ivoriano Eric Bailly, ora al Manchester United, e il ghanese John Boye arrivano al contatto ravvicinato: accenni di testate da entrambe le parti, finte manate, e un comico quanto goffo svenimento di entrambi. La scena risulta parecchio ridicola.

 

LA PEGGIOR SCONFITTA
Per il suo significato, questo è il peggior Epic Fail della Coppa d’Africa di sempre: la sconfitta più pesante mai subita. Mal comune, mezzo gaudioper Botswana ed Etiopia: la due partite ‘incriminate’ sono Guinea-Botswana 6-1 del 2012 e Costa d’Avorio-Etiopia 6-1 del 1968.

 

IL RETROPASSAGGIO VALE?
Ancora un meraviglioso Epic Fail della Coppa d’Africa 2015: il tentativo di furbata rivelatosi un’ingenuità grottesca di Eric Bailly, sempre lui, che evidentemente in quell’edizione (a livello di club giocava nell’Espanyol) aveva dato il meglio di sé. Per camuffare un retropassaggio al portiere ha controllato il pallone, fatto due palleggi coi piedi e poi appoggiato indietro di testa. ‘Furbo’ anche il portiere Sylvain Gbohouo che la afferrò con le mani…

 

VIVA IL PARROCO
Ma l’Epic Fail della Coppa d’Africa più divertente se lo aggiudicano Uganda-Congo del 12 novembre 2016, nel girone di qualificazione. Al 29’, con il risultato già sull’1-0 per l’Uganda (sarà anche il risultato finale), proprio Le Gru ugandesi compiono una delle azioni più comiche di sempre: sul calcio d’angolo il giocatore che lo batte scivola goffamente, ma il pallone arriva comunque in area, brillante sponda rasoterra per il giocatore che accorre al limite dell’area e spedisce la palla in orbita a spiovente con un mancino inguardabile. Sarà come diceva Chichibio: le gru hanno solo una gamba…

Tag: , , , , , , ,