mido e quelle forbici contro ibra le risse piu famose tra compagni di squadra

Mido e quelle forbici contro Ibra: le risse più famose tra compagni di squadra

Impossibile dimenticare i calcioni più o meno scherzosi di Zlatan Ibrahimovic ad alcuni compagni di squadra o di nazionale, come Rodney Strasser al Milan o Christian Wilhelmsson.

Eppure, benché sembri impossibile, qualche volta il campione svedese è passato dalla parte della vittima.

In particolare stanno facendo il giro del mondo le dichiarazioni di Mido.

Ve lo ricordate? Tra il 2004 e il 2006 (con in mezzo il prestito al Tottenham) ha giocato anche nella Roma, raggranellando una manciata di presenze, tanti mugugni e ovviamente zero gol: l’egiziano che da promessa del calcio è passato rapidamente a bidone complice una vita sregolata fuori dal campo e le bizze sul rettangolo di gioco (specialmente in allenamento), ai tempi dell’Ajax era davvero amico per la pelle con il buon Ibra, assistiti entrambi – tra l’altro – da quel grande intenditore di Mino Raiola.

Il regista del biopic ‘Becoming Zlatan’ ha quindi interrogato l’egiziano, che ora fa l’allenatore allo Zamalek, squadra in cui è cresciuto e di cui ha vestito la maglia altre volte in carriera in prestito, per aggiungere succosi dettagli sulla vita di Ibra.

Mido ha quindi raccontato un aneddoto avvenuto proprio all’Ajax, nella stagione 2002/2003: “Ricordo che una volta si giocava Psv Eindhoven-Ajax ed ero arrabbiato perché non partii titolare: quando entrai sul 2-0 cominciai subito a discutere con Ibrahimovic in campo. Negli spogliatoi Zlatan urlò contro di me che ero parecchio nervoso e tra le mani avevo delle forbici che usai per togliermi la fasciatura al ginocchio”.

La parola nel film passa poi a Ibra: “Mido era completamente impazzito e mi lanciò quelle forbici che mi sfiorarono la testa prima di finire contro il muro”. Mido poi conclude: “Ci guardammo ed iniziammo a ridere. Io gli dissi: ‘Lo sai che stavo per ucciderti?’ e lui mi rispose: ‘Certo che lo so’”.
Ma quella tra Mido e Ibra non è certo l’unica lite tra compagni di squadra.

LE 5 MIGLIORI LITI TRA COMPAGNI

 

IBRAHIMOVIC vs ONYEWU: a proposito di Ibra, i due vengono alle mani in allenamento, nell’inverno del 2010, per un’entrata scomposta dello svedese a Milanello. “Volevamo farci a pezzi”, ha specificato Zlatan nella sua biografia. E in effetti il difensore statunitense ne uscì con una costola rotta.

ROBY BAGGIO vs SCHILLACI: per via di uno scherzo protratto un po’ troppo a lungo dal Divin Codino (pare sulla moglie di Schillaci, Rita), l’attaccante palermitano gli sferrò un pugno. “Me ne pentii subito – dichiarò in seguito –. Per fortuna non ci furono conseguenze”.

DABO vs BARTON: l’ex Inter Ousmane Dabo, ai tempi del Manchester City fece perdere la testa al fumantino (eufemismo) Joey Barton, che lo aggredì alle spalle mandandolo dritto in ospedale con diverse ferite al volto. Per questo il centrocampista inglese fu condannato a 200 ore di servizi sociali.

BOWYER vs DYER: due compagni di squadra che si fanno espellere in gara per colpa di una rissa? Eccoli, Lee Bowyer e Kieron Dyer, che in una partita del loro Newcastle contro l’Aston Villa si presero per la gola e si tirarono qualche colpo proibito. In un colpo solo le Magpies rimasero in nove, ma tanto perdevano già 3-0.

BATTY vs LE SAUX: in Spartak Mosca-Blackburn (terminata 3-0) per una palla persa e qualche parola di troppo, David Batty e Graeme Le Saux, compagni di squadra ai Rovers, si presero a ceffoni in campo, ma vennero divisi subito per l’intervento di altri giocatori inglesi.

Tag: , , , , , , , , ,