non solo lewis nico gli incidenti compagni squadra f1 motogp

Non solo Lewis e Nico. Gli incidenti tra compagni di squadra in F1 e MotoGP

Ecco che partono le Mercedes, già in testa sulla griglia di partenza, e chi le rivedrà più su un tracciato poi come il Montmeló che di sorpassi non ne ha mai regalati più di tanti e di spettacolo men che meno.

E invece in curva 3 vedi Lewis Hamilton che prova a sorpassare il compagno di squadra Nico Rosberg, il tedesco lo chiude, lui tocca l’erba, sbanda e… BUM! Lo centra in pieno dopo un testacoda. Tutti e due fuori da giochi, subito, al primo giro.

Il Gran Premio di Spagna poi regala emozioni forti, con battaglie vere e divertimento che da tempo non era di casa in Formula 1 in maniera così abbondante. E a proposito di battaglie, chissà in casa Mercedes come se la vivono i due contendenti, i cui rapporti sono già inaspriti dalla rivalità degli anni scorsi.

Se è per l’incidente in sé, perlomeno Rosberg e Hamilton si possono consolare per i precedenti, sia in Formula 1 che in MotoGP, degli incidenti tra compagni di squadra.

FORMULA 1

VETTEL-RAIKKONEN


Anche le Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, al GP di Cina del 2016, si sono toccate con gravi conseguenze. Il finlandese, colpito dal tedesco, ha poi perso l’alettone finendo contro Kvyat.

SENNA-PROST
La rivalità più celebre della Formula 1 è quella tra Ayrton Senna e Alain Prost. Nel GP del Giappone del 1989, a Suzuka, il brasiliano arrivò lungo alla chicane del triangolo e colpì l’altra McLaren francese all’interno. Poi ripartì tentando di soffiare il Mondiale al compagno, ma venne squalificato dopo aver vinto.

DALY-JARIER
Un tuffo nel passato. Monaco 1980: Derek Daly e Jean-Pierre Jarier, entrambi su Tyrrell. Il primo tamponò l’Alfa Romeo di Giacomelli e nella carambola terminò la sua corsa proprio contro il compagno di scuderia.

HAKKINEN-COULTHARD
Alla prima curva del GP di Austria del 1999, David Coulthard provò ad attaccare il compagno Mika Hakkinen, ma le due Mercedes entrarono in collisione. Nonostante tutto ripresero in mano la situazione, lo scozzese chiuse secondo e il finlandese terzo.

VETTEL-WEBBER
Le Red Bull di Sebastian Vettel e Max Webber, che alla fine non si sopportavano più, fecero harakiri al GP di Turchia del 2010. Seb sbagliò le misure di un sorpasso sul compagno di scuderia, che era primo, e con la ruota posteriore destra lo centrò in pieno.

FISICHELLA-RALF SCHUMACHER


Al GP di Argentina del 1997 Ralf Schumacher su Jordan provò a passare il compagno Giancarlo Fisichella in seconda posizione, ma dopo essere finito con due ruote sull’erba colpì l’italiano, mettendolo ko. Il tedesco agguantò il primo podio di carriera, ma nel paddock scoppiò la polemica (e quasi la rissa).

HAMILTON-ROSBERG
Ebbene sì, c’è un precedente, quasi uguale, a parti invertite. GP del Belgio del 2014, il tedesco finì addosso alla Mercedes del britannico, squarciandogli una gomma. Rosberg non subì danni e chiuse secondo.

MOTOGP/CLASSE 500

IANNONE-DOVIZIOSO
Fresco fresco è il clamoroso incidente tra le Ducati al Gran Premio delle Americhe del 2016: Andrea Iannone ha perso il controllo della sua Rossa e ha steso senza troppi complimenti Andrea Dovizioso. Mancava una curva a un doppio podio.

CRIVILLÉ-DOOHAN
Acerrimi nemici alla Honda, non si sono mai risparmiati frecciate e… sportellate. A Jerez nel 1996 Alex Crivillé, dopo un duello all’ultimo sangue, tamponò il compagno Michael Doohan, che finì a terra.

PEDROSA-HAYDEN
Ancora Honda, ancora botti tra compagni di scuderia. Estoril 2006, quando a scontrarsi in pista furono Dani Pedrosa e Nicky Hayden.

Tag: , , , ,