Action Images / LaPresse
11 07 2010 Johannesburg ( Sud Africa )
Sport Calcio
Olanda vs Spagna - Finale Mondiali di calcio Sud Africa 2010 - Soccer City
Nella Foto:Nigel de Jong  , Xabi Alonso 

Only Italy


Football - Holland v Spain FIFA World Cup Final - South Africa 2010 - Soccer City Stadium, Johannesburg, South Africa  - 11/7/10

Holland's Nigel de Jong (R) kicks Spain's Xabi Alonso in the chest which led to a yellow card

Mandatory Credit: Action Images / Carl Recine

Livepic

Omaggio a Chuck Norris: 10 calci rotanti … nel calcio

“I pollici di Chuck Norris non sono opponibili. Nessuno osa opporsi a Chuck Norris”. O ancora “Chuck Norris ha vinto una gara di botanica seminando il panico”. Sono solo due delle innumerevoli frasi che qualche anno fa andavano tanto di moda per celebrare Chuck Norris, l’attore passato alla storia (con il suo cappello) per il ruolo di Cordell Walker in Walker Texas Rangers.

Nel giorno del suo 76esimo compleanno vogliamo rendergli omaggio con una lista di 10 “calci rotanti” della storia del calcio… inteso come sport, sia ben chiaro! Ecco gli emulatori della celebrità statunitense, cintura nera di disparate arti marziali



.

ERIC CANTONA

Pensi ai calci rotanti e ti sovviene senza dubbio l’aggressione a tale Matthew Simmons, tifoso del Crystal Palace che dopo un’espulsione di Cantona nella gara del 25 gennaio 1995 tra Manchester United ed Eagles lo apostrofò con troppi insulti, tanto da scatenare l’ira e la gamba dello storico numero 7 dei Red Devils. Che si prese 8 mesi di squalifica.

VINNIE JONES

Non efferato come nei suoi ruoli di attore in Lock & Stock e The Snatch, ma poco ci manca. Vinnie Jones di squadre ne ha passate un po’ (ha vestito anche la maglia del Chelsea), ma ovunque ha dispensato calci rotanti che a contarli non basterebbe una vita intera. Prendiamo come esempio la gara tra il suo Sheffield United in casa del Manchester City di Peter Ried nella stagione 1990/1991: basta e avanza.




ZLATAN IBRAHIMOVIC

Anche in questo caso non si può ridurre tutto a un solo episodio. Lo svedese è cintura nera di taekwondo, sport praticato in gioventù, e ironicamente o no ha rifilato calci rotanti a destra e a manca. In diretta ad Antonio Cassano durante un’intervista, in allenamento al compagno di nazionale Christian Wilhelmsson e al compagno al Milan Rodney Strasser, in partita (già al Psg) al portiere del Saint-Etienne Stéphane Ruffier




NIGEL DE JONG



Come dimenticare la finale dei Mondiali del 2010 in Sudafrica? Grazie a un gol di Iniesta contro l’Olanda, la Spagna alzò la Coppa al cielo; ma durante la partita si ricorda anche uno dei calci rotanti più violenti nella storia del calcio, quello che Nigel De Jong ha tirato in pieno petto al malcapitato Xabi Alonso. Fu solo ammonito…

MAURO TASSOTTI



Era l’ottobre del 1981 e l’Inter si accingeva a vincere un derby della Madonnina di misura, con la rete di Lele Oriali. E fu proprio il mediano cantato anche da Ligabue che nei minuti finali della stracittadina incassò un calcio rotante al volto dal milanista Mauro Tassotti. Il centrocampista lombardo venne curato con 30 punti di sutura.

MARCO MATERAZZI

Ma di calci rotanti il derby di Milano ne ha visti anche altri, a parti invertite. Da una parte il difensore dell’Inter Marco Materazzi, dall’altra l’attaccante rossonero Andriy Shevchenko. I due sono venuti a contatto parecchie volte, ma in due occasioni l’ucraino è stato colpito dal salentino con particolare veemenza. La prima volta si beccò un calcione nelle parti basse al limite dell’area. La seconda volta una scarpata volante alla schiena.

FRANCESCO TOTTI

Finale di Coppa Italia, 6 maggio 2010, minuto 88’. Il Pupone fuori di sé ha colpito Mario Balotelli, allora all’Inter, con un potentissimo calcio rotante da dietro, all’altezza del ginocchio. Cartellino rosso, soprattutto dopo ‘essersi accanito’ su SuperMario – definito “un provocatore sistematico” dal capitano giallorosso – con un altro calcetto sulla testa, mentre si rotolava a terra dolorante.




PEPE

Un altro che con i calci rotanti non ha mai lesinato. Le scaramucce alla Chuck Norris reciproche con Felipe Melo non sono mai mancate quando Brasile e Portogallo si sono fronteggiati, ma quello più cruento è sicuramente quello (doppio) che il difensore del Real Madrid ha riservato a Casquero del Getafe, colpito ripetutamente anche quando era già finito.

TARAS STEPANENKO



Tra i calci rotanti storici uno dei più coreografici (e dolorosi) è quello di Taras Stepanenko durante la partita tra la sua Ucraina e la Moldavia durante le qualificazione ai Mondiali 2014 in Brasile. La vittima dell’efferato colpo da kung-fu: Vitalie Bordian, che nonostante il colpo ricevuto alla testa si rialzerà senza conseguenze gravi. In faccia al centrocampista ucraino fu sventolato invece il cartellino rosso.

SILVIO BALDINI

Concludiamo l’elenco dei 10 calci rotanti con l’episodio più goliardico di tutti: il calcio tirato da Silvio Baldini, allenatore del Catania, nel fondoschiena del suo collega Domenico Di Carlo, all’epoca timoniere del Parma. Correva la stagione 2007/2008, il tecnico massese si era poi scusato, sottolineando però come Di Carlo lo invitò negli istanti precedenti a uscire dal campo, apostrofandolo pure con qualche termine non proprio da galantuomo.

Tag: , , , , , , ,