17 anni fa si ritirava un mito del basket nba le 5 migliori giocate di michael jordan

17 anni fa si ritirava un mito del basket NBA. Le 5 migliori giocate di Michael Jordan

Sembra ieri che Michael Jordan, His Airness, volava con la mano tesa sospeso sopra ai parquet di tutti gli Stati Uniti regalando alcune delle migliori giocate che si siano mai viste in NBA. E invece (il 13 gennaio) sono già passati 17 anni da quando ha appeso la canotta al chiodo e ha detto addio al basket giocato (salvo tornarci per due stagioni nel 2001).

 
“Penso sia semplicemente Dio travestito da Michael Jordan”, ha dichiarato Larry Bird in tempi non sospetti, nel 1986.

“Per acclamazione, Michael Jordan è il più grande giocatore di pallacanestro di tutti i tempi”, c’è scritto sulla sua biografia edita dalla stessa NBA sul proprio sito ufficiale.

Ma a distanza di tanto tempo dal suo ritiro, rinfreschiamo la memoria e lustriamoci gli occhi davanti alle…

5 MIGLIORI GIOCATE

DI MICHAEL JORDAN

 

GARA 6 – FINALS 1998
Partiamo senza dubbio da Gara-6 dei playoff del 1998. I Chicago Bulls di MJ sono sotto 86-83 contro gli Utah Jazz. Mancano 40 secondi, ma nessuno ha fatto i conti con Jordan: va subito a canestro appoggiando al vetro (-1), poi strappa il pallone dalle mani di Malone, arresto e tiro perfetto per il +1 e per il sesto anello di Chicago.

“THE SHOT” VS CLEVELAND CAVALIERS
Un tiro perfetto passato alla storia come “The Shot”. Craig Ehlo tuttora si guarda in giro spaesato per capire come sia potuto accadere: la verità è che il marziano Michael Jordan, quel 7 maggio 1989, a 4 secondi dalla fine, si è bevuto i 3 avversari che cercavano di chiuderlo e ha infilato un canestro magico, nonostante la manona dello stesso Ehlo gli coprisse la faccia.

“DUNK” VS NEW YORK KNICKS 1991
Playoff 1991, Michael Jordan pensa bene di inventare una magia sulla sinistra: riceve palla, si beve due avversari con una finta, ne aggira un altro ubriacandolo e infine schiaccia “in testa” a Patrick Ewing, considerata la stella dei New York Knicks.

CAMBIO MANO VS L.A. LAKERS DI MAGIC JOHNSON
Anno particolarmente ispirato, il 1991, per Michael Jordan. In Gara 3 contro i Los Angeles Lakers di Magic Johnson, nei playoff, il nostro eroe pensa bene di tentare un cambio mano in sospensione: esperimento riuscito perfettamente, con tanto di pubblico in visibilio.

STOPPATA A DUE MANI CON WIZARDS
Terminiamo con una giocata incredibile, anche se arrivata a 40 anni di età e quando già vestiva la casacca dei Washington Wizards e proprio contro i “suoi” Chicago Bulls: una stoppata a due mani ai danni di Ron Mercer, con tanto di palla bloccata sul tabellone e quindi riconquistata.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,