spezia questanno e andata male le 10 sorprese nella storia della coppa italia

Spezia, quest’anno è andata male! Le 10 sorprese nella storia della Coppa Italia

Napoli-Spezia 3-1. Niente da fare: nonostante i liguri abbiano comunque fatto più bella figura di tante squadre di Serie A che sono già state eliminate dalla Coppa Italia 2016/2017, non potranno bissare il risultato esaltante dello scorso anno.

 

L’unica squadra di Serie B ancora rimasta in corsa per la Coppa Italia è il Cesena, che dovrà vedersela con il Sassuolo. Saranno i bianconeri la sorpresa di questa edizione? È ancora presto per dirlo, bisogna aspettare fino al 18 gennaio per scoprire l’esito della sfida (stasera, mercoledì, giocano invece Fiorentina-Chievo e Juventus-Atalanta).

 

Ma quali sono le 10 outsider della storia della Coppa Italia che sono andate (molto) più avanti del previsto?

 

10 FAVOLE DA COPPA ITALIA

 

SPEZIA 2015/2016
Partiamo proprio dallo Spezia. La scorsa stagione, che dopo aver eliminato la Roma ai rigori negli ottavi di finale, si è arresa all’Alessandria ai quarti. Non male per una squadra di Serie B.

 

ALESSANDRIA 2015/2016
Ma è proprio l’Alessandria, che addirittura militava in Lega Pro, ad avere lasciato tutti a bocca aperta. I piemontesi hanno fatto fuori 2 squadre di Serie A (Palermo ai 16esimi, Genoa agli ottavi) e una di B (proprio lo Spezia ai quarti), prima di arrendersi al Milan in semifinale.

 

SIENA 2013/2014
Anche il Siena, nella Coppa Italia 2013/2014 ha fatto un percorso simile: i toscani, che nella stessa stagione hanno concluso noni in Serie B, hanno eliminato Livorno, Bologna e Catania. Poi sono stati eliminati dalla Fiorentina ai quarti, ma il risultato di 2-1 la dice lunga sulla grinta senese.

 

VADO 1922
Ebbene sì, la sorpresa più grande in Coppa Italia si è avuta nella prima edizione, quella del 1922: vinse il Vado, squadra di Vado Ligure, in provincia di Savona, che partecipava al campionato regionale di Promozione (il secondo livello, praticamente l’attuale Serie B).

 

NAPOLI 1961/1962
Vincere la Coppa Italia pur non giocando in Serie A è capitato a una sola altra squadra nella storia: il Napoli, che alzò al cielo il trofeo nel 1961/1962. In Serie B concluse secondo, centrando la promozione.

 

BOLOGNA 1969/1970
Decimo in campionato, il Bologna del 1969/1970 vinse il girone di Coppa Italia con le corregionali (Cesena, Modena e Reggiana), eliminò la Juventus con gol di Perani ai quarti e surclassò le avversarie (Torino, Cagliari e Varese) nel girone finale.

 

NOVARA 1938/1939
Neopromosso in Serie A e in lotta per non retrocedere nel campionato cadetto, in Coppa Italia il Novara fece una gran bella figura, arrivando addirittura in finale. La vittoria nell’ultimo atto però andò all’Ambrosiana Inter: 2-1 con reti di Ferraris II, Frossi e Romano.

 

ATALANTA 1986/1987
In campionato, l’Atalanta del 1986/1987 andò male: venne addirittura retrocessa. Ma in Coppa Italia arrivò in finale contro il Napoli, perdendo 3-0 nell’andata e 0-1 nel ritorno. L’anno successivo, mentre giocava il campionato di Serie B, arrivò addirittura in semifinale della rimpianta Coppa delle Coppe, quando perse con i belgi del Mechelen, che poi vinsero la competizione.

 

TORINO 1992/1993
Di Coppa Italia il Torino ne ha vinte 5, ma quella del 1992/1993 è forse la più inaspettata. In finale i granata ebbero la meglio sulla Roma, ma con il brivido: all’andata vinsero 3-0 in casa, al ritorno i giallorossi sfiorarono l’impresa rifilando un 5-2 al Toro, salvato non dal bomber Carlos Alberto Aguilera, ma dalla doppietta di Silenzi.

 

VICENZA 1996/1997
Non si può certo non concludere con il magico Vicenza di Guidolin, che nel 1996/1997 conquistò l’unico suo trofeo nella storia, la Coppa Italia per l’appunto. Ancora più esaltante la stagione successiva, quando i biancorossi raggiunsero la semifinale di Coppa delle Coppe giocando uno storico match a Stamford Bridge contro il Chelsea, che poi conquistò il trofeo.

Tag: , , , , , , , , , , , ,